Divisa a metà tra scienza e creatività

Archivio per marzo, 2008

Un amico è così

Dedicata a tutti i miei amici/amiche:
 
 
 
 
UN AMICO E’ COSI’
 
 
 

È facile allontanarsi sai
se come te anche lui ha i suoi guai
ma quando avrai bisogno sarà qui
un amico è così
non chiederà né il come, né il perché
ti ascolterà e si batterà per te
e poi tranquillo ti sorriderà,
un amico è così.

E ricordati che finché tu vivrai
se un amico è con te non ti perderai
in strade sbagliate percorse da chi
non ha nella vita un amico così.

Non ha bisogno di parole mai,
con uno sguardo solo capirai
che dopo un no lui ti dirà di sì
un amico è così.

E ricordati che finché tu vorrai
per sempre al tuo fianco lo troverai
vicino a te mai stanco perché
un amico è la cosa più bella che c’è.

È come un grande amore, solo mascherato un po’
Ma che si sente che c’è
Nascosto tra le pieghe di un cuore che si dà
e non si chiede perché.

Ma ricordati che finché tu vivrai
se un amico è con te non tradirlo
mai
Solo così scoprirai che
un amico è la cosa più bella che c’è.

E ricordati che finché tu vivrai
un amico è la cosa più vera che hai.
È il compagno del viaggio più grande che fai.
Un amico è qualcosa che non muore mai.
 
(Laura Pausini)

Rifletti prima di agire!!!

Leggi qui sotto e riflettici, non è un gioco.

‘Mamma… sono uscita con amici.

Sono andata ad una festa e mi sono ricordata quello che mi avevi detto: di non bere alcolici.

Mi hai chiesto di non bere visto che dovevo guidare, cosi ho bevuto una Sprite.

 Mi sono sentita orgogliosa di me stessa, anche per aver ascoltato il modo in cui, dolcemente, mi hai suggerito

di non bere se dovevo guidare,al contrario di quello che mi dicono alcuni amici.

Ho fatto una scelta sana ed il tuo consiglio è stato giusto.

Quando la festa è finita, la gente ha iniziato a guidare senza essere in condizioni di farlo.

Io ho preso la mia macchina con la certezza che ero sobria.

Non potevo immaginare, mamma, ciò che mi aspettava… Qualcosa di inaspettato!

Ora sono qui sdraiata sull’asfalto e sento un poliziotto che dice: ‘il ragazzo che ha provocato l’incidente

era ubriaco’. Mamma, la sua voce sembra cosi lontana…

 Il mio sangue è sparso dappertutto e sto cercando, con tutte le mie forze, di non piangere.

Posso sentire i medici che dicono: ‘questa ragazza non ce la farà’.

Sono certa che il ragazzo alla guida dell’altra macchina non se lo immaginava neanche,

mentre andava a tutta velocità. Alla fine lui ha deciso di bere ed io adesso devo morire…

Perché le persone fanno tutto questo, mamma? Sapendo che distruggeranno delle vite?

Il dolore è come se mi pugnalasse con un centinaio di coltelli contemporaneamente.

Dì a mia sorella di non spaventarsi, mamma, dì a papa di essere forte.

 Qualcuno doveva dire a quel ragazzo che non si deve bere e guidare…

Forse, se i suoi glielo avessero detto, io adesso sarei viva…

La mia respirazione si fa sempre più debole e incomincio ad avere veramente paura…

Questi sono i miei ultimi momenti, e mi sento cosi disperata…

Mi piacerebbe poterti abbracciare mamma, mentre sono sdraiata, qui, morente.

Mi piacerebbe dirti che ti voglio bene per questo…

Ti voglio bene e… addio’.

Queste parole sono state scritte da un giornalista che era presente all’incidente.

La ragazza, mentre moriva, sussurrava queste parole ed il giornalista scriveva… scioccato.

Questo giornalista ha iniziato una campagna contro la guida in stato di ebbrezza.

Se questo messaggio ti ha colpito e non lo trasmetti agli altri…

 potresti perdere l’opportunità, anche se non bevi, di far capire a molte persone

 che la tua stessa vita è in pericolo.

Questo piccolo gesto può fare la differenza.